serie B1, tutte le news

Imoco Volley San Donà, dolce è la sconfitta. Nonostante lo 0 a 3 in casa dell’Argentario, la squadra di Matteo Trolese e Francesco Cervesato, hanno raggiunto ugualmente l’obiettivo tanto sperato, quello della salvezza. Un risultato straordinario, se si considera l’età media del gruppo, ovvero 16,09 anni, la più bassa della B1. Alla fine sono “solo” tre i punti di vantaggio dalla penultima, a sua volta sconfitta in casa del Talmassons, ma è un conteggio che diventa banale se messo a confronto del grande lavoro fatto da un gruppo sempre compatto, che quasi mai si è piegato di fronte a formazioni più blasonate o con organici di spessore ed esperienza. Una salvezza che va a merito del lavoro di tutto lo staff tecnico, delle stesse ragazze che, giusto ricordarlo, hanno (e stanno) giocato contemporaneamente nelle giovanili, ma anche nelle varie nazionali, e di tutto l’ambiente che è stato vicino a questa squadra. Talento, lavoro e competenza, dunque, per una salvezza importante e preziosa.

Per quanto riguarda la partita in terra trentina, va detto che il risultato è bugiardo, comunque troppo pesante per quanto visto in campo. Imoco Volley San Donà che parte con il consueto sestetto, con Cortella, Frosini e Cagnin in attacco, Brandi e Marconato al centro, Pelloia al palleggio; liberi Scantamburlo e Zennaro. Nel corso della partita sono state inserite Eze Chidera in cabina di regia e Bondarenko in attacco.

Nel primo set l’Argentario (che a sua volta cercava punti salvezza), parte molto forte e l’Imoco soffre soprattutto il servizio. Brava la squadra a resettare subito tutto ed a ricominciare da zero. Il secondo set, non a caso, è punto a punto, con le padroni di casa che provano ad allungare, ma si vedono sempre le sandonatesi con il fiato sul collo. Finisce 22/25, ma è il preludio di un grande terzo set: San Donà sempre in vantaggio, con il massimo del vantaggio sul 21/13. Il set sembra in mano, ma la squadra un po’ rallenta per prendere fiato, fino al 23/21. E’ a questo punto che entra in gioco il primo arbitro con un paio di decisioni che lasciano a dir poco perplessi. La seconda sul 24/22 per il San Donà: un attacco dell’Argentario finisce fuori, tutti (comprese le stesse trentine) pensano al punto, tanto da iniziare entrambe a raccogliere le cose per il cambio campo, ma interviene l’arbitro chiamando un incredibile tocco sandonatese. La squadra subisce il contraccolpo psicologico e va a subire l’Argentario. E così il set che poteva riaprire la partita, finisce per dare il 3 a 0 alle trentine. Peccato, perché la squadra avrebbe meritato di chiudere la stagione con un altro risultato. Complimenti, comunque, all’Argentario per la salvezza raggiunta. E standing ovation per le “panterine”.

 

ARGENTARIO PROGETTO VOLLEI TN – IMOCO VOLLEY SAN DONA’: 3 – 0

Parziali: 25/14, 25/22, 26/24

ARGENTARIO: Dorigatti (L), Andreon ne, Bonafini 3, Perez 9, Barbazeni 9, Paoli ne, Ragni, Malesardi ne, Zani ne, Pucnik 13, Brugnara 9, Sfreddo, Rizzo 8, Tellaroli 2. All. Moretti/Pimentel

IMOCO VOLLEY SAN DONA’: Cortella 8, Pelloia, Bondarenko 2, Leandri ne, Zennaro (L), Scantamburlo (L), Eze Chidera 1, Cagnin 11, Marconato 3, Frosini 7, Brandi 3, Agbortabi ne, Zorzetto ne. All. Trolese/Cervesato

 

Share

Leave a Reply