serie B1, settore giovanile, tutte le news

EMMA CAGNIN – Schiacciatrice, classe 2002, 182 cm

  • Quali le emozioni di questa esperienza? “Adrenalina pura. Inizialmente un po’ di ansia per via del cambiamento dello staff tecnico, che poteva implicare il non essere prese. Poi una volta dentro il sentire la responsabilità di rappresentare una nazione come la nostra, quindi il voler dare il massimo per chi non era lì con noi. Tanta soddisfazione per la vittoria”
  • Com’è stato giocare in un palazzetto stra pieno? “Fantastico, soprattutto sentire il calore del pubblico che ci ha sostenute fino alla fine. Poi comunque quando giochi ti isoli dal resto, ma finita la partita è fantastico vedere quante persone credano in noi”
  • Hai giocato sempre titolare e alla prima sei stata top scorer: cosa si prova? “È strano in effetti. La prima partita non ero molto soddisfatta della mia prestazione. Sono stata più contenta di quella contro la Croazia, dove ero top niente”
  • Com’è indossare la maglia della Nazionale e fare parte del gruppo che si è qualificato per gli Europei? “Io ormai ci ho fatto un po’ l’abitudine dato che sono dentro al giro da qualche anno, ma bisogna ricordare che siamo rappresentando l’Italia, ed è una grande responsabilità, quindi dobbiamo dare il massimo per rispetto f di chi non è stato convocato”
  • Il momento più bello? “Il più bello era il pre partita perché avevamo un rito scaramantico: prima della partita, in spogliatoio, facevamo dei balli di gruppo per scaldarci”.
  • Ti senti cresciuta dopo questa esperienza? “Ovvio! Ogni collegiale mi insegna qualche cosa di nuovo”
  • Pronta per il campionato? “Un po’stanca per questa esperienza, ma sono convinta che potremo ripartire bene dopo queste vacanze”
Share

Leave a Reply