dicono di noi, settore giovanile, società, , tutte le news

 

Eleonora, quando e perché hai iniziato a giocare a pallavolo?

Mi ricordo ancora benissimo l’emozione che provai quando mi chiesero di entrare a far parte di questa grande realtà. Nonostante fossi molto agitata all’idea di entrare a far parte di una società così rinomata a livello nazione nel panorama giovanile, sin dai primi allenamenti di “prova”, l’atmosfera che c’era in palestra, la passione e la disponibilità sia degli allenatori che delle ragazze, e la dedizione che tutti avevano per la pallavolo, mi convinse ad intraprendere una nuova avventura con Volley Pool Piave. È stata una decisione che non ho mai rimpianto e che mi ha portato ad ottenere numerose soddisfazioni.

 Volley Pool Piave, 50 anni di attività, tanti scudetti, una Coppa Italia A2, il certificato oro, il primo posto nel ranking nazionale giovanile…tu sei stata protagonista di questi successi…

Gli anni trascorsi al Volley Pool Piave sono stati davvero preziosi sia a livello sportivo che umano. Le ore passate al Fontebasso di Noventa sono state fondamentali per formarmi tecnicamente nella pallavolo. Sono indimenticabili gli allenamenti passati a fare bagher al muro, di cui ho capito l’importanza solamente una volta approdata in serie A, quando tutti si stupivano di fronte al fatto che un centrale sapesse appoggiare o difendere. Ancora più importante è stato però ciò che mi ha lasciato come persona: il saper stare in un gruppo, la tenacia di continuare a dedicare tutta me stessa in questo sport per migliorarmi e per riuscire a dare il meglio, sono tutti insegnamenti che porterò con me per sempre e che mi hanno resa la persona che sono.

Qual è stata la partita o l’azione che avresti voluto rigiocare ? ..o una vittoria che non si può dimenticare ?

Una partita che mi rimarrà sempre impressa è la semifinale nazionale u18. Eravamo un gruppo fantastico e giocavamo insieme ormai da parecchi anni, per me quelle sarebbero state le ultime finali nazionali giovanili. Abbiamo vinto contro Roma in una partita tiratissima, dove sulla carta non ci davano per favorite, ed è stata un’emozione unica. Conservo ancora una foto bellissima dove tutte esultavamo in lacrime dopo che l’ultima palla era caduta.

 Tanti sacrifici, ma anche belle soddisfazioni. Che consigli daresti alle giovani atlete impegnate sul doppio fronte della scuola e della pallavolo agonistica ?

Un consiglio che mi sento di dare a tutte le giovani atlete è: non mollare mai, ma davvero mai. È una cosa che può sembrare scontata e banale, ma vi assicuro che gli anni di fatiche e sacrifici che state vivendo ora, dividendovi tra studio ed allenamenti, vi verranno ripagati tutti con grandi soddisfazioni, sia sul campo che nella vita. Ripetete nella vostra mente i motivi che vi spingono ogni giorno ad andare in palestra e puntate sempre a dare il meglio di voi stesse, perché il duro lavoro paga sempre.

 Com’era il tuo rapporto con le compagne di squadra?..e ci racconti un aneddoto da spogliatoio?

Ho avuto la fortuna di aver trascorso quegli anni con un gruppo di ragazze con cui ancora oggi ho un bel rapporto. Vivendo tanto tempo insieme e condividendo molti momenti, lo sport ti porta a creare dei legami d’amicizia molto forti. Ovviamente nel tempo ognuna di noi ha intrapreso strade diverse, ma capita spesso di ritrovarsi dalla parte opposta della rete, ed è sempre bello riunirsi. Non ricordo un momento di spogliatoio in particolare, ma porto nel cuore l’anno in cui alcune di noi dovevano affrontare gli esami di maturità. Durante quella stagione ci portavamo sempre via i libri per studiare ad ogni trasferta e ci supportavamo (e sopportavamo) a vicenda, cercando di rendere divertenti dei momenti in cui gestire allenamenti e studio era diventata davvero dura.

 Dove ti vedi tra qualche anno? …e cosa conserverai degli insegnamenti appresi qui al Volley pool Piave ?

Tra cinque anni mi piacerebbe aver finito il mio percorso di studi in Scienze Motorie, essermi tolta qualche soddisfazione sul campo, e continuare a lavorare nel mondo dello sport, nella speranza di riuscire a diffondere i valori e la passione che il Volley Pool Piave mi ha trasmesso a coloro che hanno deciso o decideranno di intraprendere la mia stessa strada.

Share

Leave a Reply