serie B1, tutte le news

Se non è una impresa impossibile, poco ci manca. L’Imoco Volley San Donà sarà impegnata domani sera in casa della prima della classe Anthea Vicenza. 28 punti in 10 partite giocate, di cui una sola persona, è il ruolino di marcia di questo squadrone, che al momento deve solo guardarsi dal Talmassons, seconda a una sola lunghezza. Nel gruppo due vecchie conoscenze del Volley Pool Piave, ovvero il libero Elena D’Ambros e la schiacciatrice Jasmine Rossini. “E’ arrivato il momento di giocare contro la prima della classe – presenta la partita il coach sandonatese, Matteo Trolese –: Anthea guida il nostro girone, è una squadra molto forte e questo deve affascinarci perché, nonostante stiano dimostrando di essere forti in tutti i reparti, noi proveremo ugualmente a indebolire il loro fortino e nello sport, si sa, sono queste le gare che possono regalare emozioni inaspettate, al di là del risultato”. Sottovalutare un avversario sulla carta più debole e certamente più inesperto, come l’Imoco, potrebbe tornare a vantaggio del San Donà che, dalla sua, conta su un gruppo che sta crescendo, partita dopo partita, e che ha tutto da guadagnare e nulla da perdere da queste sfide. “In questa seconda parte di stagione – continua Trolese – il gruppo ha iniziato con il piede giusto in battuta, condizione fondamentale per poter giocare questo turno contro Vicenza. Se riuscissimo a metterle in difficoltà già da lì, ne trarremmo sicuramente grossi vantaggi. Sono, comunque, felice del percorso che stiamo facendo e dell’evoluzione tattica che, assieme allo staff Imoco, stiamo arricchendo. Sabato sarà al limite dell’impossibile ma la crescita passa anche da queste gare di altissimo livello”.

Per quanto riguarda il gruppo a disposizione, piccolo attacco influenzale per il libero Scantamburlo ed un lieve dolore muscolare per la centrale Agbortabi: in ogni caso entrambe saranno nel gruppo che andrà ad affrontare la prima della classe.

Share

Leave a Reply