settore giovanile, tutte le news
Under 18 femminile – Finale 1°-2° posto
Costruzioni Susanna Imoco Volley San Donà – Bruel Volley Bassano 3-2 (17-25, 25-20, 21-25, 25-19, 18-16)
 
Costruzioni Susanna Imoco San Donà: Cosi (K) 9, Mason 25, Carletti 15, Cavalier 2, Cagnin 12, Frosini, Scantamburlo (L), Ferrarini 9, Rossetto, Pelloia, Rossetto, Farnia 1, Fersino (L). 1° All. Trolese, 2° All. Cervesato
Bruel Volley Bassano: Rizzo 23, Monaco 1, Arboit, Martinelli (K) 16, Gazzola 2, Peruzzi 1, Vianello (L), Guerra, Micheletti 7, Tellaroli 15, Gasparini 8, Bardin, Quarto (L). 1° All. Martinez, 2° All. Folle
Note. San Donà: battute errate/vincenti 15/7, muri 10, errori 32. Bassano: battute errate/vincenti 6/14, muri 8, errori 30. Arbitri: Elisa Vigato da Albignasego e Vincenzo Bruno da Quinto di Treviso. Segnapunti: Beatrice Zennaro da Venezia
 
Alla fine ha vinto la Costruzioni Susanna Imoco San Donà che torna così sul trono regionale under 18 a cinque anni di distanza dall’ultima volta, quando a Belluno le veneziane avevano battuto proprio il Bassano al 5° set. E’ stata una finale bellissima in cui il Bruel Volley è scappato via 0-1 e 1-2, ma San Donà ha sempre reagito andando a giocarsi un tie break che si è deciso sul 18-16 a degno coronamento di una partita straordinaria che entrambe avrebbero meritato di vincere: ma a pallavolo il pareggio non c’è e alla fine a festeggiare sono solo le ragazze del Volley Pool Piave.
Il PalaSport Fontebasso di Noventa di Piave è il teatro di una finale femminile che ripropone uno scontro tra due delle società più vincenti degli ultimi anni, Volley Pool Piave e Bruel Volley Bassano, con quest’ultima che ha vinto 5 degli ultimi 6 campionati regionali di categoria. A mettere un po’ di pepe alla già sentitissima sfida la presenza di quattro grandi ex: le bassanesi Martinelli e Vianello sono cresciute nel Pool Volley Piave, mentre tra le fila di San Donà ci sono Mason e Cagnin, che un anno fa hanno vinto il titolo under 18 con la maglia del Bassano. Le due formazioni sono già qualificate alle Finali Nazionali in programma dal 12 al 17 giugno a Bormio, con loro ci sarà anche l’Us Torri che nella finale 3°-4° posto ha battuto 3-1 l’Union Volley Jesolo.
1° set. Grande equilibrio nel 1° parziale, ma la Bruel fa qualcosa di più con gli attacchi di Gasparini e Tellaroli che regalano alle bassanesi un vantaggio di tre lunghezze (7-10), che diventano cinque dopo l’attacco di Rizzo e l’errore di Pelloia (8-14). Al rientro dopo il time out di mister Trolese, l’Imoco accorcia con Cagnin e Ferrarini (11-14), ma le ragazze di Martinez scappano di nuovo via e sul 12-19 arriva anche il secondo time out sandonatese. Martinelli suona la carica con lo smash del 14-22 e con la splendida “sette” del 14-23, mentre la chiusura arriva sul nono errore in attacco delle veneziane per il 17-25 finale.
2° set. Nel 2° set la Costruzioni Susanna Imoco riparte con Farnia in cabina di regia al posto di Pelloia, per il resto i sestetti sono invariati rispetto al primo parziale. Partono meglio le veneziane con gli attacchi di Mason e Ferrarini (8-4), mentre il Brunopremi.com soffre di più in ricezione. La formazione di Martinez finisce sotto 13-6 a metà parziale, Martinez chiama due tempi, dopo di chè il Bruel Volley mette a segno un break di 0-6 sul turno di battuta di Gasparini (13-12). San Donà resiste al ritorno riprendendo un discreto vantaggio con Mason in attacco e Cosi a muro (22-18). La stessa Mason firma l’ace del 24-18, prima dell’errore in battuta di Tellaroli (25-20).
3° set. La musica non sembra cambiare nel 3° parziale perché le bassanesi soffrono sempre in ricezione: il 7-2 è un ace di Farnia, il 9-3 un ace di Mason e l’11-4 un muro di Cosi. In un set che sembra già chiuso il Bruel Volley non molla rientrando in gioco grazie alle battute di Micheletti e Rizzo, mentre in campo si vede Monaco per Gasparini. Le bassanesi ci credono e adesso è la formazione veneziana a soffrire in seconda linea: Bassano si arrampica fino al -1 (17-16) con Martinelli, mentre la parità e il sorpasso arrivano con un ace a testa di Martinelli (17-17) e Micheletti (18-19). Le ragazze di San Donà sono frastornate in un set che pensavano di aver già vinto, Bassano invece si gasa volando via con Rizzo e Tellaroli (19-22), Gazzola graffia a muro (20-24) e Tellaroli chiude i conti per il 21-25 finale.
4° set. Pronti via e la Costruzioni Susanna Imoco scatta portandosi sull’8-5 (fallo Bruel) e sul 12-7 (attacco Mason), mentre dall’altra parte del campo le bassanesi sbagliano troppo consentendo alle avversarie di prendere il largo e di puntare al tie break (15-8). Le sandonatesi resistono al tentativo di recupero delle bassanesi che ci provano come nel set precedente ma Mason non perdona (20-14 e 22-17) e San Donà porta a casa il parziale sul 25-19 (invasione Bassano).
5° set. Il 5° set si apre all’insegna di Micheletti che piazza altri due ace in apertura per lo 0-3 in favore del Bassano, ma le veneziane annullano subito lo svantaggio con Cagnin (5-5). Al cambio campo si va sul 6-8 firmato da Martinelli con un tocco felpato al termine di un’azione rocambolesca. Il finale è da brividi perché L’Imoco riprende per ben due volte le avversarie che poi però allungano sul 10-13 con due attacchi di Rizzo. Ancora una volta però le veneziane rientrano approfittando di due errori delle bassanesi (13-13). Al rientro dopo il time out di Martinez, capitan Cosi mura Rizzo (14-13) ma Gasparini annulla il match point con un colpo nell’angolino, dopodichè è Mason ad annullare due macth point bassanesi (16-16). Dopo aver visto in faccia la sconfitta l’Imoco va vincere in un finale straordinario: il controbreak lo mette a segno Cagnin (17-16), mentre il punto decisivo lo firma capitan Cosi che approfitta di una ricezione lunga mandando al settimo cielo le sue compagne e il popolo sandonatese per una vittoria tanto sofferta quanto emozionante. Il Bruel Volley abdica rinunciando a quello che sarebbe stato il 5° titolo under 18 consecutivo, il 6° in 7 anni. Stavolta vince l’Imoco San Donà che torna sul trono regionale festeggiando un titolo che mancava dal 2013.
 
(Cronaca di Fipav Veneto)
Share

Leave a Reply