società, tutte le news

Quando arrivo a questo momento dell’anno mi capita di fermarmi un attimo (ma solo un attimo, sapete come sono fatto io), per guardarmi indietro e pensare a tutto quello che siamo riusciti a fare. Chi ha fatto almeno un minimo di attività sportiva sa quanto sia difficile e impegnativa una stagione, dal punto di vista agonistico quanto societario, le tante energie che ti vengono assorbite, le richieste che non riesci mai a soddisfare fino in fondo. Hai prima di tutto negli occhi i volti delle ragazze che sono riuscite a conquistare titoli di squadra o soddisfazioni personali e pensi: sono orgoglioso di avere messo a disposizione strutture, sforzi societari e un grande staff per aiutarle a raggiungere importanti traguardi e portarsi a casa grandi emozioni, che magari contribuiranno a farle crescere e maturare.

Poi il pensiero va ai nostri allenatori e ti viene da dire: ragazzi, ce l’abbiamo fatta anche questa volta, siete stati grandi in tutto quello che avete fatto. C’è Beppe Giannetti, che continuerà sempre e comunque a rimanere uno di noi, a darci consigli, suggerimenti, magari i giusti rimbrotti; ma ci sono anche tutti gli altri, grandi e presenti. Presenti e quindi grandi.

Quindi il gruppo dei genitori: geniale dare vita al “gruppo” GVPP, un modo per sentirsi squadra, per essere parte attiva di questa società, consapevoli che l’aiuto che danno è sì per le loro figlie, ma in generale per tutti coloro che hanno la possibilità di usufruire del Volley Pool Piave.

I genitori ed in generale tutti i volontari, presenza discreta quanto preziosa: da chi prepara i panini a chi si occupa dei trasporti, dai chi dà una mano a montare e smontare i campi da mini volley a chi fa da “dirigente” accompagnatore, magari organizzare grandi feste come quella di fine anno (a proposito, permettetemi di ricordare l’associazione di Santa Teresina che ha cucinato per noi)… Come farei senza di voi e senza i genitori.

E come farei senza gli sponsor, il più delle volte amici imprenditori che hanno deciso di sposare il nostro progetto, credendo nel ruolo sociale del Volley Pool Piave. Progetto abbracciato e condiviso da una realtà così prestigiosa come l’Imoco Volley, sempre più presente, sempre più integrata.

Ecco, penso a tutte queste persone e mi chiedo: come posso fargli capire che sono preziosi, che li ringrazio per tutto quello che hanno fatto, che il Volley Pool Piave non esisterebbe senza ognuno di loro?

Chi mi conosce sa che mi viene meglio lavorare, essere sul campo, che usare le parole.

E allora, se potete, accettate questo “Grazie”. E’ una sola parola, ma arriva dal cuore.

 

Massimo Buscato

Presidente Volley Pool Piave

Share

Leave a Reply