la voce dal campo, serie B2, settore giovanile, tutte le news

Quattro chiacchere con un altro dei volti nuovi di questa stagione, Federica Braida, friulana classe 2000.

Federica, come ti trovi a San Donà?

“Mi trovo molto bene, anche perché sono molto vicina a casa e mi sono ambientata subito con le compagne sia in palestra sia negli appartamenti”.

Ti piace il nuovo ruolo di palleggiatrice? In cosa dovresti migliorare?

“Il ruolo di palleggiatrice mi piace un sacco, molto di più del ruolo di attaccante, perché oltre a divertirmi a farlo, ho la responsabilità di toccare tutti i palloni e decidere il gioco. Devo migliorare ancora in tutto, avendo iniziato a palleggiare da quest’anno , lo scorso anno facevo, per l’appunto, la schiacciatrice. Mi hanno insegnato: testa bassa, lavorare e soprattutto mai mollare.

Tra te e Camilla Farnia che rapporto c’è?

“Tra me e Camilla c’è soprattutto amicizia ma, come in tutti gli sport, c’è anche un po’ di competizione. Altrimenti non ci tieni veramente a quello che stai facendo”.

Siamo in un momento cruciale della stagione, con l’Under 18 e la prima squadra: dove possiamo arrivare?

“Con la prima squadra centrare la salvezza e con l’Under 18 arrivare tra le prime 4 o 8 squadre in Italia”.

Quali sono i tuoi obiettivi?

“Migliorare giorno dopo giorno e lavorare raggiungendo il massimo personale come giocatrice . Finire gli studi e sto cercando di capire cosa vorrò fare da grande”.

Cosa fai nel tempo libero?

“Nel pochissimo tempo libero che mi rimane tra studio e pallavolo, sento musica, esco con i miei amici e vedo la mia famiglia”.

Share

Leave a Reply