la voce dal campo, serie B1, tutte le news

Tra le protagoniste della vittoria di Udine, ottenuta grazie a un ottimo lavoro di squadra, c’è Agnese Cavalier, la schiacciatrice che ha dovuto condividere il peso dell’attacco del San Donà Volley dopo l’infortunio del capitano Marta Masiero. Agnese, che ha 15 anni, domenica sera è risultata la migliore realizzatrice con 18 punti personali.

Ma partiamo dalla fine, dalla dedica speciale a Giuseppe Giannetti.

Cosa rappresenta per te e per tutte voi questo allenatore? “È un punto di riferimento per il Volley Pool Piave. Penso che tutte le ragazze lo stimino come allenatore ma soprattutto come persona. Per quanto mi riguarda ha dimostrato di credere nelle mie potenzialità dandomi la possibilità di allenarmi con il gruppo della B1 e per questo gli sono grata”.

Grande prova di tutta la squadra: siete riuscite a ricompattarvi. “Dopo un periodo difficile dovuto all’indisponibilità di Giuseppe Giannetti abbiamo cercato come gruppo di ricompattarci e di seguire le indicazioni dell’allenatore Alessio Simone per cercare di portare a casa la vittoria fuori casa. E ci siamo riuscite!”

Quella di domenica è stata probabilmente la tua migliore prestazione stagionale in B1: sei riuscita a inserirti nei meccanismi della squadra? “Devo ancora realizzare! Ancora adesso non posso crederci di aver raggiunto in questa partita tale risultato. Sono contenta, ho dato il meglio che potevo dare e con l’aiuto del gruppo abbiamo ottenuto la vittoria. Spero di poter dimostrare anche in altre partite le mie capacità”

Sei giovanissima: com’è giocare in B1 per una ragazza della tua età? “La pallavolo è la mia passione fin da piccola, costanza e determinazione negli anni mi hanno portato a raggiungere buoni risultati. Far parte, alla mia età, di questo grande gruppo è un onore e un motivo di crescita”.

Che obbiettivi personali ti poni? E come squadra? “I miei obiettivi per questa stagione sono quelli di arrivare possibilmente ai nazionali, salvarsi in B1 e continuare a migliorare tecnicamente”.

Il tuo sogno nel cassetto come giocatrice? “Sicuramente quello di arrivare a giocare a livelli alti, per adesso non disdegnerei una convocazione in Nazionale”.

Share

Leave a Reply