la voce dal campo, serie B1, tutte le news

Due set di grande intensità e attenzione per Sofia Ferrarini, la giovanissima centrale che sabato scorso, in casa contro il Bassano, ha fatto il suo debutto in B1.

Quando hai saputo che avresti potuto giocare e qual è stata la tua emozione? “Sabato mattina mi è arrivato un messaggio che mi diceva che ero stata convocata al posto di una mia compagna malata, ma non pensavo minimamente di giocare. Dopo il primo set, quando anche Camilla si è sentita male, sono entrata per sostituirla. L’emozione é stata tanta visto che era la mia prima volta e sentivo tanto la responsabilità di far bene”.

Quali i tuoi punti di forza e dove dovresti migliorare? “L’attacco è un fondamentale che mi riesce bene, ma sono consapevole che devo lavorare ancora molto sulla battuta e sul muro”.

Come e quando hai iniziato a giocare? “La pallavolo é una passione di mio papà, dalla quale fin da piccola sono stata coinvolta e iniziando a giocare in prima elementare é diventata anche la mia passione. Questo sport mi piace perché il risultato si costruisce assieme alla squadra dove anche le relazioni diventano fondamentali”.

Come ti trovi in questo gruppo? “Questa é una squadra molto unita che, durante i momenti di difficoltà, mi ha aiutata. Inoltre qua ho trovato grandi amicizie anche al di fuori del campo per la convivenza di molte ragazze che fanno la mia stessa esperienza lontano da casa”.

Quali sono i tuoi obiettivi per questa stagione? “Mi piacerebbe tanto arrivare tra le prime squadre d’Italia e contemporaneamente migliorare tecnicamente”.

Share

Leave a Reply