la voce dal campo, serie B1, tutte le news

farnia-camilla-4-web

Camilla Farnia, alzatrice del San Donà Volley.

Cos’hai provato quando hai saputo che avresti preso il posto di Roberta Carraro (una campionessa del mondo) in prima squadra? “Tanta emozione da parte mia, orgogliosa di essere in prima squadra a soli 15 anni. Ho la soddisfazione di essere anche titolare, ma per tutto ciò ci dev’essere un grande impegno da parte mia”. Che differenze trovi tra il settore giovanile e la B1? “Di differenze ne trovo tante: in B1 il gioco più movimentato e l’azione dura di più ed è molto più coinvolgente anche perché la maggior parte delle ragazze avversarie (tutte praticamente) hanno molti più anni di me e di conseguenza anche molta più esperienza”. In campo sembri sempre tranquilla: sai nascondere bene o sei veramente così? “È il mio modo di essere. Dentro di me c’è una forte concentrazione, tant’è vero che sono sempre a mangiarmi le unghie”. L’inizio di campionato è stato molto positivo: te lo aspettavi? “No, anche perché mi consideravo tanto giovane di età per essere in B1”. Come mai non riuscite a ripetere in trasferta quanto fate in casa? “Questo è un neo tremendo. Penso che ogni squadra comunque si trovi a proprio agio giocando in casa e questo è un vantaggio e uno svantaggio per noi. Il fatto di non riuscire a vincere è perché, a mio avviso, manca un po’ di concentrazione e quel atteggiamento che abbiamo quando siamo in casa”. Quali i tuoi obiettivi per il nuovo anno? “Vincere quando siamo fuori casa perché così si riesce a capire cosa non abbiamo dato finora”.

Share

Leave a Reply